Domanda: A volte alcune persone muoiono dandosi fuoco come protesta contro la guerra. Dal punto di vista spirituale, cosa significa questo?

Sri Chinmoy: In una famiglia molto spesso i fratelli litigano. Così la madre dice: "Se non smettete, mi suicido." Conosco molti casi in cui i genitori si sono suicidati quando è stato impossibile mantenere l'armonia in famiglia. Poi i figli sono cambiati immediatamente. Quando hanno visto che i loro genitori sono morti a causa dei loro litigi, hanno cambiato vita, ma questo non è durato e presto hanno iniziato ancora una volta a litigare.

Da un punto di vista spirituale, il suicidio non ha alcuno scopo. La madre si è sacrificata per i suoi figli. Con il suo sacrificio fisico pensava che avrebbe creato l'armonia, ma nel mondo vitale non c'è scampo, nessun perdono per lei. Andrà nel mondo vitale per la sua stupidità e là rimarrà. Perché non ha avuto la saggezza di vedere che i propri figli non sono suoi, ma figli di Dio? Dio le ha dato questi figli, quindi perché non si è avvicinata a Dio per illuminare la loro coscienza? Perché non ha pregato Dio per la loro armonia e pace?

Il mondo rimarrà ignorante a meno che e fino a quando il Supremo non illuminerà la coscienza del mondo. Sacrificando le nostre vite individuali per portare la pace, non risolveremo mai i problemi. Molti martiri, aspiranti e figure spirituali si sono suicidati, ma non hanno risolto i problemi del mondo. Questi problemi saranno risolti solo con l'aspirazione, pregando Dio di illuminare il mondo mentre siamo qui sulla terra. La nostra morte individuale non può mai trasformare il volto del mondo, ma se invochiamo la Benedizione di Dio, la Grazia di Dio e la Sollecitudine di Dio, allora il problema può essere risolto.