Don Antonio Tarzia: Secondo te, come possiamo raggiungere Dio?

_Sri Chinmoy:_ Ci sono due vie più importanti. Una via è la via della mente, e l’altra è la via del cuore. Di quale strada vuoi che io parli? Quale delle due vuoi seguire?

_Don Antonio Tarzia:_ La via del cuore!

_Sri Chinmoy:_ Anche a me piace la via del cuore. La via del cuore è la via più sicura. La chiamiamo la via illuminata dal Sole. Quando siamo nel cuore, aneliamo. Piangiamo a Dio di darci Amore, di darci Pace, di darci Gioia. Se il nostro pianto è sincero, Lui ci dà immediatamente ciò che vogliamo.

Qui il cuore gioca il ruolo di un bambino. Quando un bambino piange per il latte o per un giocattolo, anche se sua madre è nell’altra stanza, lei viene immediatamente, di corsa, da lui. Allo stesso modo, se chiediamo a Dio la Sua Compassione ed Amore, con tutta l’anima dal profondo dei nostri cuori, Lui ce li darà immediatamente. Ma il nostro anelito dev’essere sincero, allo stesso modo in cui il pianto di un bambino lo è.

La via del cuore è la via dell’amore. Tu non comprendi l’inglese, ed io non comprendo l’italiano. Ma nonappena ho visto i tuoi occhi, immediatamente ho sentito qualcosa di molto puro e molto pieno d’amore in te. E sento anche che tu vedi qualcosa in me. Quindi stiamo comunicando con i nostri cuori. Il mio cuore è entrato in te, e il tuo cuore è entrato in me.