Domanda: Guru, cosa posso fare per compiacerti di piú?

Sri Chinmoy: Questa è una domanda super eccellente! Il solo fatto che tu sia ansiosa di compiacermi, mi appaga moltissimo. Quante persone oserebbero dire, finanche nella loro piú fervida immaginazione: "Come posso compiacerti di piú?" Hanno perso quella possibilità e devono invece dire: "Riuscirò mai a compiacerti di nuovo?" Capisci il mio inglese? Centinaia e centinaia di discepoli devono fare questa domanda: "O Guru, in questa incarnazione, riuscirò mai a compiacerti di nuovo, come facevo trent'anni fa?" Ci sono centinaia di discepoli che sono stati con noi per piú di vent'anni, che dovrebbero, devono porre questa domanda: "Mi darai la capacità, il Supremo mi darà la capacità, di compiacerti ancora, nel modo in cui feci venticinque anni fa, trent'anni fa?" Non oserebbero mai porre la domanda: "Come posso compiacerti di piú?" Non mi stanno compiacendo per niente, come potrebbero quindi chiedermi come compiacermi di piú? Se sono molto severo, potrei rispondere a bruciapelo: "Ricomincia daccapo"!

Ma ti dico, la tua domanda è assolutamente sincera. Sai di aver fatto dei passi positivi e senti che mi stai compiacendo, il che è assolutamente vero: mi stai compiacendo, e mi vuoi compiacere di piú, ma quanti potrebbero fare la tua domanda: "Come posso compiacerti di piú?" Tanto per cominciare, se non mi stanno compiacendo per nulla, come potrebbero chiedermi come possano compiacermi di piú?

Poi arriva l'insincerità. Alcune persone diranno: "Sí, sí, sto compiacendo il mio Guru!" Se vogliono prendersi in giro da soli, chi può impedirgli di farlo? Possono chiedermi: "Come posso compiacerti di piú?", per far sentire al mondo che mi stanno già compiacendo, possono mostrare di essere nella posizione di fare al loro Guru tale domanda. Sono davvero molto compiaciuto di te, "brava ragazza!" Nella vita ordinaria c'è qualcosa che viene chiamato "troppo." Se ho la capacità di mangiare un solo panino alle melanzane ma ne mangio tre, mi troverò nei guai! La mia capacità è un panino alle melanzane, se ne mangio due o tre soffrirò di mal di stomaco e tanti altri problemi! Se parliamo di qualcosa di materiale o terreno, anche se è molto positivo, dobbiamo sapere che dobbiamo essere davvero molto cauti, ma con le cose spirituali non è cosí. Se preghi Dio di darti Pace illimitata, non aver paura, non dire: "Ho solo la capacità di un pizzico di Pace!" Quando Lui dà, vede se puoi assimilare un pizzico di Pace, o Pace abbondante, o Pace infinita.

La tua domanda era: "Come posso compiacerti di piú?" Guarda le cose che stai facendo ora, da quando sei tornata sul nostro sentiero. Stai facendo cosí tante cose positive, mentre alcuni anni fa eri altrove, eri altrove! Ora che stai facendo cosí bene, sai quali sono le cose buone che stai facendo. Se in un certo momento stai pensando a me vedi quanta sincerità, quanta purezza, quanta vicinanza, e quanta unità stai sentendo dentro la tua mente. Poi aumenta tali buone qualità. Poi, quando riceverai un poco di gioia, che io ti stia sorridendo, o che tu passi di fronte a me, o che i tuoi amici stiano dicendo cose positive su di te, aumenta quella gioia. Ogni cosa è azione e reazione. Tu stai facendo qualcosa di positivo ed è per questo che stai ricevendo un sentimento divino. Sei brava, mi stai compiacendo, quindi devi sentire di poter fare un ulteriore passo.

Nel mondo esteriore, se mangio piú di un panino alle melanzane avrò dei problemi, ma nel mondo interiore se assumo piú pace, piú luce, piú amore, piú delizia dal mio Maestro, non mi ammalerò, questa è la differenza, nella vita ordinaria, nella vita esteriore, se aumentiamo qualcosa in modo sproporzionato, se è troppo, ne soffriremo, ma la spiritualità è qualcosa di totalmente diverso. Nella vita spirituale, se chiedi piú gioia o piú amore o piú pace o piú silenzio, per potermi compiacere di piú e di piú, stai facendo la cosa giusta.

Cosí, ricorda sempre di non aver paura di chiedere di piú: piú luce, piú pace, piú beatitudine, piú compassione, piú benedizioni, piú affetto, piú attenzione premurosa. Queste sono tutte cose divine. Piú riesci a pregare, piú riesci a chiedere queste cose durante la tua preghiera, piú riuscirai a riceverne. Continua solo a fare le cose giuste, come hai fatto finora, queste stesse cose continuerai a farle, ma le farai di piú e di piú e di piú e di piú e di piú. Se stai pregando e meditando al mattino per dieci minuti, cerca di meditare per dodici o tredici minuti. Se al mattino stai facendo qualcosa che senti essere spirituale, falla un po' di piú, un po' di piú, un po' di piú.

La cosa migliore è porti di fronte allo specchio al mattino presto e sorridere per due o tre minuti, piú sinceramente e soulfully possibile. Mentre sorridi con la massima sincerità, con tutta l'anima e in preghiera, devi immaginare che io ti sto guardando e che ti darò un voto, 60, 70, 80, 100, o zero [su cento]. In quel momento la sincerità del tuo cuore e la purezza della tua mente si esprimeranno e si riveleranno attraverso il tuo sorriso.

Poi devi sentire che non stai sorridendo a te stessa, ma a me. In quel momento non farai attenzione ai tuoi capelli o alle tue orecchie o ad alcun'altra tua cosa esteriore, no, devi sentire che stai sorridendo prayerfully, soulfully e self-givingly solo per rendere felice me. Se puoi iniziare con un sorriso al mattino presto, tutte le forze cattive – la frustrazione o la tristezza del giorno prima, quando una tua collega non è stata carina con te – andranno via. Al mattino presto dovremmo cominciare con un sorriso, cosí che tutto il "veleno mentale" acquisito ieri andrà via. Un sorriso è come lo spuntare del Sole del mattino! Quando sorridiamo, non ci sono piú nuvole in cielo. Cosicché, inizia il tuo viaggio con un sorriso, un sorriso molto sincero, molto bello, molto puro. Quel sorriso sarà l'inizio dorato, l'inizio piú potente possibile, per compiacermi di piú, di piú, di piú, abbondantemente di piú, infinitamente di piú, di come tu stia facendo ora.