Sincerità e obbedienza

La sincerità è di fondamentale importanza nella vita spirituale, ma la sincerità non ha valore se non è duratura. Supponi di aver fatto qualcosa di sbagliato e di dirmelo. Apprezzo la tua sincerità, ma poi devi fare il passo successivo, e questo si chiama obbedienza: non lo farai una seconda volta. Altrimenti, se continui a ripetere sempre la stessa cosa, e ogni volta dici: "L'ho fatto," la tua sincerità diventa una beffa. Suoni il tuo stesso corno: "Sono sincero," ma che tipo di sincerità è?

Se fai qualcosa di sbagliato, dovresti dirlo, ma poi devi ascoltarmi e non farlo di nuovo. Con le persone non sincere non posso fare nulla. Sono inerme. Le persone sincere mi danno l'opportunità di portarle un passo avanti, ma poi è necessaria l'obbedienza. Se c'è obbedienza, ogni secondo puoi saltare, saltare. Farai centinaia e centinaia di cose per fare il progresso più rapido.

Se hai un po' paura di me, domani avrai un po' di obbedienza. Fino a quando non avrai stabilito la tua totale identificazione con me, un po' di paura è positiva, non una paura distruttiva, ma una paura costruttiva: "Vedrò la faccia triste di Guru se gli disobbedirò." Questo tipo di paura è positiva. Se senti di essere tutto amore e sollecitudine per la mia missione, la mia faccia triste sarà molto più potente della mia faccia arrabbiata.