Parte V

SCA 389-394.-it Domande e risposte del 26 Maggio 1996.

Domanda: Guru, hai avuto molte importanti "esperienze" prima della tua Realizzazione di Dio?

_Sri Chinmoy:_ Ho avuto diverse esperienze prima di divenire consapevole della mia Realizzazione di Dio, ho già scritto di alcune di queste esperienze. Una delle piú elevate è stata quella volta in cui volevo lasciare la Terra, e Madre Terra mi chiese di restare, per lavorare per la Manifestazione. Anche le esperienze di cui ho scritto nelle mie poesie "The Absolute" e "Immortality", furono estremamente elevate.

Ebbi anche un'esperienza elevata appena tre mesi dopo che fui entrato nell'Ashram di Sri Aurobindo: i ragazzi dell'Ashram dovevano fare del lavoro, e il mio lavoro era nella risaia, mentre lo stavo svolgendo, notai che uno degli alberi di mango si era flesso verso il terreno. Osservai quell'albero: e dovunque nell'albero, in tutti i frutti e tutte le foglie, vidi il mio Signore Krishna! Krishna era qui, Krishna era lí, vedevo il mio Signore Krishna ovunque! Prima di ciò non stavo affatto pensando a Krishna, meditavo su Sri Aurobindo e la Madre, ma quando vidi il Signore Krishna dappertutto, fui cosí commosso!

Il mio piú caro amico era proprio accanto a me, io gli dicevo: "Guarda, guarda, guarda cosa c'è!" Lui aveva cosí tanto amore per me, che non pensò a contraddirmi dicendomi che fosse solo un'allucinazione, ma lui non vide niente. Questa esperienza non la dimenticherò mai.

Un'altra volta, mentre meditavo nella sala meditazione dell'Ashram, il mio essere interiore stava andando su in alto, piú in alto, e piú in alto. Stavo assolutamente nuotando nel mare dell'estasi, mi dissi: "Non potrò mai andare piú in alto di cosí!" Ero cosí soddisfatto di tale altezza! Poi, mio Dio, mi resi conto che quest'altezza era solo il punto di partenza! In un istante, andai ancora piú in alto! Continuò cosí per circa venti minuti o mezz'ora. Ogni volta che raggiungevo una nuova altezza, l'umano in me era del tutto soddisfatto! L'umano in me diceva: "Va bene cosí, va bene cosí, va bene cosí!", ma andavo ancora su. Ogni volta che raggiungevo una certa altezza, che era piú che soddisfacente per l'umano in me, il divino in me mi dava una spinta per andare di nuovo piú in alto. Anche quest'esperienza, non la dimenticherò mai!

Ho raccontato molte volte come Madre Saraswati mi diede tutta la sua saggezza e capacità interiori, venne giú, suonò per me, poi ruppe la sua vina e ne riversò i pezzi dentro di me. In quel momento io ero nella mia assolutamente altissima coscienza.

Queste esperienze interiori mi hanno aiutato considerevolmente. Quando hai tali alte, solide esperienze, sai di essere in salvo, e sai che un giorno Realizzerai assolutamente Il Piú Alto, ma una volta che realizzi pienamente la tua altezza, e questa diventa solida, molte di codeste esperienze scompaiono. Se vuoi ricordare anche le esperienze meno importanti puoi farlo, ma di solito le metti via: se ricevi migliaia di banconote da cento dollari, non stai a contare i decini e le monete piú piccole, dopo la Realizzazione senti che la maggior parte di queste esperienze erano cosí poco importanti, come piccole gocce, anche la piú alta esperienza che hai, prima della Realizzazione di Dio, è come una goccina! Funziona cosí.