Question: Domanda: Dato che sono indú, credo che la Verità ultima sia la Realizzazione di Dio. Come raggiungere questa Meta?

_Sri Chinmoy:_ La Realizzazione di Dio è una una delle materie piú difficili. Possiamo dire che sia come scalare non uno, ma innumerevoli Himalaya. Miliardi di persone vivono su questo pianeta, ma quanti hanno osato scalare le montagne dell'Himalaya? La maggior parte di noi non osa neanche provarci, sentiamo che per noi è impossibile. Per fortuna non dobbiamo giustificare la nostra esistenza sulla Terra scalando fisicamente l'Himalaya, ma le montagne interiori dobbiamo scalarle. Dio non permetterà a nessun essere umano di restare non Realizzato.

Nella vita esteriore dobbiamo scavalcare molti ostacoli, ogni giorno affrontiamo molte sfide nel trambusto della vita, se non accettiamo tutte le sfide, nessun problema, se ad esempio non ci piace l'atletica, non sarà necessario giocare a calcio o diventare il corridore piú veloce del mondo: non dobbiamo partecipare alla corsa esteriore, per la nostra evoluzione o per la nostra crescita individuale, ma anche se non partecipiamo coscientemente alla corsa esteriore, dobbiamo sapere che la nostra mente è sempre in corsa, sempre in corsa, e senza meta, come un elefante infuriato! Va di qua, va di là, e allo stesso tempo costruisce dei solidi muri che ci separano dagli altri.

C'è anche una corsa interiore, verso la nostra meta interiore. I cristiani la chiamano "salvezza", i buddisti "illuminazione", gli indú "Realizzazione di Dio." Noi crediamo che ogni individuo Realizzerà Dio nel suo momento speciale. Quando suona la mia ora, per certo Dio mi benedirà con la Realizzazione di Dio, quando suona la tua, Dio ti benedirà con la Realizzazione di Dio.

Se la nostra meta è la Realizzazione di Dio, la prima assoluta necessità da parte nostra è pregare e meditare regolarmente. Ancora, dobbiamo sapere per cosa stiamo pregando: preghiamo Dio per fare soldi, per comprare una casa, due case, tre case? Se abbiamo un'auto, stiamo pregando per averne una seconda o una terza? Se stiamo pregando Dio di concederci piú cose materiali vuol dire che siamo ancora nella "vita di desiderio", e la Realizzazione di Dio resta allora un lontano anelito.

C'è un altro modo, che chiamiamo "vita di aspirazione." Nella vita di aspirazione preghiamo Dio di darci solo ciò di cui abbiamo realmente bisogno, non ciò che vogliamo. La piú elevata forma di preghiera nella vita di aspirazione è: "Dio, Tu sai di cosa ho davvero bisogno. Se è Tua Volontà donarmi le cose di cui ho davvero bisogno, fallo alla Tua Ora prescelta, se non vuoi darmi niente, va ugualmente bene. Voglio compiacerti nel Tuo proprio Modo."

Quando siamo nel mondo-di-aspirazione, preghiamo Dio di darci la capacità di compiacerlo nel Suo Modo Preferito, quando lo facciamo, stiamo camminando sulla strada giusta. La Realizzazione di Dio arriva al momento giusto, ammesso che noi camminiamo sul giusto sentiero. Cosicché, se riusciamo a pregare e meditare per compiacere Dio nel Modo proprio di Dio, per certo la Realizzazione di Dio discenderà su di noi.