Gratitudine1

Uno specchio di vetro è fragile. Se cade si frantuma; ma io ho realizzato che uno specchio ha vita più lunga della gratitudine degli esseri umani. Perché uno specchio si rompa, deve cadere dal Paradiso o da alcuni piedi dal suolo. Quindi ci vuole del tempo: alcuni secondi; ma non ci vuole neanche un fuggevole secondo perché l'ingratitudine umana si manifesti.

Se c'è qualcosa che può scomparire velocissimamente dal nostro cuore, quella cosa altro non è che la nostra gratitudine. Ancora, se alcunché sulla Terra è realmente bello, realmente significativo e realmente produttivo, se alcunché sulla Terra può mantenere il nostro filo d'oro che ci unisce a Dio, la nostra Sorgente, allora quella precisa cosa è anche la gratitudine.

Miei cari, vi dico, se avete una goccia di sincera gratitudine, e se preservate quella gratitudine come la cosa più preziosa della vostra vita, allora il respiro di quella gratitudine vi terrà vivi nel Cuore di Dio, il vostro Signore Supremo. Voi fate cose sbagliate e torturate il vostro Maestro in così tanti modi; a volte volete finanche abbandonare la vita spirituale; ma vi assicuro, se mantenete viva la gratitudine nel vostro cuore, la bellezza e la fragranza di questa qualità divina vi salveranno dalla caduta e dalla distruzione spirituali.

Sto parlando della gratitudine sincera, il tipo di gratitudine la cui presenza vivente potete solo sentire nel vostro cuore. Se sentite che Gratitudine è il vostro nome interiore ed anche quello esteriore, se sentite che il vostro solo nome è Gratitudine, allora immediatamente la vostra gratitudine balzerà fuori e stabilirà la sua unità inseparabile con la vostra realtà-di-unità-con-Dio.

La gratitudine è un'arma delle più potenti, nella vostra vita. Non c'è nulla di non-divino di cui non possiate disfarvi in virtù della gratitudine nella vostra vita. Ancora, non c'è nulla di divino nella vostra vita che non possiate accrescere in misura illimitata in forza della vostra gratitudine. C'è una sola cosa di cui avete bisogno per accrescere la vostra divinità, e quella cosa è la gratitudine. Se ogni giorno rafforzate consciamente la vostra gratitudine — non a Sri Chinmoy ma al Supremo, che è il vostro Guru, il mio Guru ed il Guru di tutti — vedrete quanto progresso farete e quante forze negative riuscirete a buttar fuori dal vostro sistema. Vi dico, tutti i malanni fisici, vitali, mentali, ed emozionali di cui soffrite, vengono dal fatto che avete perduto il respiro-di-gratitudine del vostro cuore. Se il respiro-di-gratitudine del vostro cuore funziona bene, mantenetelo così per sempre. Senza dubbio, questo è il modo giusto per correre veloci, più veloci, il più veloce possibile, alla Meta destinata.

Gratitudine non è una semplice parola. Non è un semplice concetto. È il respiro vivente della vostra vera esistenza sulla Terra. Non c'è niente che Dio non farà per voi se davvero custodite come un tesoro il respiro-di-gratitudine dentro il vostro cuore che aspira. Per favore, per favore, ad ognuno di voi dico questo: se volete correre il più veloce possibile, eliminate la cosa che vi sta ritardando. La cosa che vi rende zoppi o paralizzati nella vostra vita spirituale è l'ingratitudine. Se riuscite a mantenere sempre il vostro respiro-di-gratitudine, allora nulla può esservi d'ostacolo e nessuno può impedirvi di fare la cosa giusta e diventare la persona giusta: il più perfetto strumento del nostro Signore Adorato Supremo.

Gratitudine, gratitudine e gratitudine. L'anima non la conoscete, il Supremo non lo conoscete. E in questo stadio del vostro sviluppo spirituale non dovete conoscerli; ma la gratitudine dovete conoscerla se volete connettervi con il vostro sé più Alto, con il Supremo. Se volete connettere voi stessi con il Reale in voi, allora il vostro respiro-di-gratitudine dovete rivendicarlo come vostro, intimamente vostro.


  1. SCA 31.-it Sri Chinmoy fece questo discorso il 16 Gennaio 1994.