Parte IV

Domanda: Canto così male e conosco così poco la musica: mi sto chiedendo se io abbia mai avuto un'incarnazione 'musicale'.1

Sri Chinmoy: La musica terrena non l'hai studiata, ma esiste qualcosa chiamata musica Celeste, e quella l'hai studiata. Forse non sei in grado di apprezzare le sottigliezze e le qualità eteree della musica terrena, forse non sei in grado di intonare neanche una nota, ma la tua anima sarà in grado di rendere il tuo cuore cosciente di cose molto, molto sottili e molto, molto delicate nella musica, e il tuo cuore sarà in grado di apprezzarle.

Molti grandi musicisti occidentali non hanno la capacità di apprezzare la musica spirituale. Ti dico, ci sono moltissimi eccellenti cantanti ed eccellenti musicisti che non ricevono nulla dall'udire musica molto spirituale. Puoi dire che sia a causa dell'insicurezza o della gelosia, o puoi incolpare delle forze negative che sono entrate in loro, ma invero mancano della ricettività per apprezzare la qualità sottile nella musica. Dopo un po', non apprezzando, perdono la facoltà di poterlo fare. Nel tuo caso, in ogni modo, non ti identifichi né con la persona, né con che cosa sta suonando, e così riesci a ricevere più degli altri dalla musica.

Non conosci la musica, non sei musicista o cantante, ma quando viene suonata musica spirituale il tuo cuore l'apprezzerà moltissimo. In quel momento il tuo apprezzamento non va solo alla persona che suona o canta, ma direttamente alla Sorgente, l'Uno che ha dato la capacità a quell'individuo di cantare con tutta l'anima, o di suonare con tutta la dolcezza o il potere dell'anima. Così, stai ricevendo le Benedizioni da Dio il Cantante Supremo e Dio il Musicista Supremo.

Nessuno può capire la musica esteriormente. La musica non è qualcosa da capire; ma solo da sentire. Ci sono molte persone, specialmente in Occidente, diventate buoni cantanti e buoni musicisti in modo meccanico, studiando moltissimo in modo molto disciplinato e meccanico. Quando questi grandi musicisti vogliono suonare o quando vogliono cantare, possono farlo molto bene. La loro musica può suonare piena di bellezza e dolcezza, ma c'è qualcosa che si può chiamare un'imitazione della soulfulness. Le loro mani si muovono e le persone dicono: "Che musica soulful!" Ma è perché hanno imparato a suonare con tutta l'anima in modo meccanico. Hanno allenato la loro mente o raggiunto un certo livello tecnico che gli permette di farlo, ma dentro la loro musica non c'è anima, non c'è sentimento, nulla! Suonano benissimo, ma stanno pensando a cose di così basso livello, così mondane - assolutamente niente di spirituale. E nel mondo interiore stanno solo litigando e battagliando. Molto spesso l'ascoltatore, se è in una coscienza soulful, riceve molto più beneficio dalla musica che non il musicista, perché quest'ultimo non sta incarnando la soulfulness che esprime.

A volte possiamo rivelare qualcosa senza incarnarla. Ad esempio, tu puoi dirmi l'assoluta verità, ma la tua coscienza non è lì. Hai separato la tua coscienza dalla verità stessa. Così, mentre stai esprimendo la verità, non stai incarnando la coscienza-di-verità. Stai solo dicendo meccanicamente qualcosa che è corretto. Siccome la tua espressione è meccanica, non stai ricevendo vere benedizioni dalle forze superiori che stanno rivelando a te la verità; non stai ricevendo le Benedizioni da Dio la Verità.

Così, nel tuo caso e nel caso di alcuni altri che non sono cantanti né musicisti, avete la capacità di ricevere qualcosa di molto alto dalla musica. Quando un cantante o un musicista fa qualcosa di molto sottile, di molto soulful, in silenzio la apprezzi. Non sai quale raga stia suonando, o se stia suonando Mozart, Bach, Chopin o Beethoven; non sai nulla della struttura musicale, e non hai bisogno di saperlo: ma il tuo cuore va in alto perché sente qualcosa di così soulful e potente, mentre altri che sanno tutto della musica possono non ricevere niente perché hanno perduto la capacità di apprezzare la musica spirituale. E tu stai anche ottenendo maggior beneficio del musicista, che può non incarnare la coscienza che sta rivelando.

Ancora, ci sono alcuni che conoscono molto bene la musica ed hanno anche la capacità di apprezzarne gli aspetti molto sottili e delicati. Hanno l'ardore di scendere dentro in profondità, ed imparare costantemente. Alcuni musicisti, una volta che hanno imparato qualcosa, non vogliono imparare altro. Hanno paura che se imparano ancora, le persone pensino che stiano prendendo o copiando da qualcuno. Così sono soddisfatti con quello che già hanno; ma qualcuno che davvero ama la musica e che è davvero grande nella musica, non sarà mai soddisfatto con ciò che ha; nel mondo della musica più elevato, la nostra aspirazione sale costantemente, e le nostre capacità soulful e divine costantemente si accrescono.


  1. SCA 28.-it C. pose a Sri Chinmoy questa domanda il 9 Febbraio 1990, il giorno del suo compleanno.