Sogno e Realtà1

Cos'è il sogno? Il sogno è creazione. Creazione è divisione oppure unione. "Divisione" è una parola complicata. Quando usiamo la divisione per dividere la realtà-esistenza entriamo nel mondo dell'ego e dell'"io" e, d'altro parte, quando la usiamo per dividere i lavori, gli sforzi, le capacità, allora è un'autentica benedizione. Se dividiamo e, per mezzo di questa nostra divisione, otteniamo il risultato in modo solido, concreto per formare una verità e una realtà, allora quella divisione è positiva. Ma quando dividiamo la realtà in pezzi e diamo la supremazia ad una parte e non apprezziamo o valutiamo le altre parti, allora cantiamo il canto della separazione. Questo genere di divisione termina nella distruzione, la distruzione del piccolo mondo che asseriamo essere nostro.

Anche "Unione" è una parola complicata. È una grande benedizione quando lavoriamo insieme. È una grande benedizione quando ci mescoliamo insieme, ma quando si ha l'unione dell'oscurità e della luce, quando si ha l'unione del desiderio e dell’aspirazione, si fa un deplorevole errore. La vita di aspirazione non deve unirsi con la vita di desiderio. Se essa deve unirsi, si deve sempre unire con la vita di rinuncia, la rinuncia dei beni non necessari, delle cose non sono divine, illuminanti e perfette.

È con la vita di aspirazione che dobbiamo iniziare il nostro viaggio. Arriva poi un momento in cui sentiamo che la nostra vita di aspirazione è fiorita notevolmente, ed è pronta per entrare nella vita di desiderio per trasformarla. La vita di aspirazione deve fare da ponte tra la vita di desiderio e la vita di realizzazione. La vita di aspirazione del cercatore entrerà nella vita di desiderio, per la sua immediata e totale trasformazione. La vita di realizzazione del cercatore entrerà nella vita di aspirazione per la sua perfezione e per la manifestazione del Supremo Assoluto.

Ogni sogno è una creazione. Ogni creazione è una aspirazione consapevole o inconsapevole. La nostra aspirazione entra nella vita di desiderio, il suo piccolo fratello, e lo aiuta a pulire il suo corpo, purificare la sua mente e illuminare la sua esistenza terrena. Ogni briciola di aspirazione accelera anche l'arrivo della realizzazione. La nostra aspirazione entra nella vita di realizzazione o porta la vita di realizzazione nella vita di aspirazione per renderla completamente perfetta per il risveglio della nostra realtà fisica e per il fiorire della realtà dell'anima che è in noi e per noi.

Un sogno divino è la creazione di Dio nel mondo interiore. Dal mondo interiore dell'aspirazione passiamo al mondo della realizzazione. La creazione e il sogno, l'aspirazione e la realizzazione, sono tutti membri della stessa famiglia. Se possiamo diventare coscienti di uno di essi, possiamo allora consapevolmente avere anche gli altri tre, dato che il nostro sogno è, dopo tutto, una realtà mascherata, e una realtà mascherata non rimane per sempre tale. Esso purifica la nostra mente, offre dinamismo al nostro vitale e offre un risveglio interiore alla nostra realtà fisica.

La vita non è nient'altro che il Sogno di Dio, e questo Sogno è senza inizio e senza fine. Dio porta a compimento questo Sogno senza inizio e senza fine per mezzo della Sua realtà che tutto abbraccia e tutto appaga: l'uomo.

Mi inchino al sogno perché è dolce e puro. Mi inchino alla realtà perché non solo ha la possibilità e la potenzialità, ma possiede illimitatamente anche l'inevitabilità. Mi inchino all'aspirazione, perché nella sua esistenza sconfinata ha amore per noi, ma amo la realizzazione perché la realizzazione è la sola cosa di cui ho bisogno per rendere il mio Pilota Interiore costantemente e supremamente felice.

2 2 Luglio 1977, 3:50 di pomeriggio — Bethpage State Park, Long Island, New York


  1. EA4

  2. EA4