Prakriti

Prakriti significa natura. È la causa materiale e la causa originale di ogni cosa nella creazione manifestata. Purusha è la Faccia silenziosa. Prakriti è il Sorriso che attiva. Purusha è il puro, il testimone della coscienza, mentre Prakriti è la coscienza in evoluzione e in trasformazione. Dentro e attraverso Prakriti è l'adempimento del gioco cosmico. Arjuna conosceva Sri Krishna come suo caro cugino, in seguito lo conobbe come suo amico del cuore, più tardi lo conobbe come suo amato Guru o Maestro spirituale. Qui in questo capitolo arriva a conoscere Sri Krishna come il Signore Supremo del Mondo. Krishna dice: "Ogni volta che l'ingiustizia sta aumentando e la rettitudine è in declino, io stesso mi incarno. Per proteggere e preservare i virtuosi e porre fine ai malvagi, per stabilire il Dharma, mi manifesto di età in età." Da queste espressioni di Sri Krishna che fanno fremere l’anima, arriviamo immediatamente ad imparare che Lui è sia la Conoscenza Definitiva che il Potere Supremo. Con fiducia e sorridendo, sta caricando Arjuna con un flusso spirituale ad alta tensione dalla sua grande Casa-Potere.

Samvavami yuge yuge –- Io entro nel corpo di età in età

:PROPERTIES: :id: b0022-0013 :genre: discourse :cite-key: CBG:12-it :END:

Sri Krishna ora dichiara di essere un Avatar. Un Avatar è la discesa diretta di Dio. Nel mondo della manifestazione, incarna l'Infinito.

In India, c'era un maestro spirituale che dichiarò di essere un Avatar. Sfortunatamente divenne oggetto di spietato ridicolo, sia in Occidente che in Oriente. Dato che non poteva lottare coraggiosamente contro questo sarcasmo pungente, alla fine dovette cambiare la sua politica non efficace. La sua orgogliosa affermazione andò oltre: "Non solo io, ma tutti sono un Avatar." Dal momento che tutti sono Avatar, chi deve criticare chi? Ecco, il sedicente Avatar tirò un sospiro di sollievo.

Può sembrare ridicolo, ma è un fatto che in India praticamente ogni discepolo afferma che il suo Guru è un Avatar, la diretta discendenza di Dio. Un'ondata di entusiasmo dilaga su di loro quando parlano del loro Guru. Il gigante spirituale Swami Vivekananda non ha potuto fare a meno di dire che nel Bengala orientale, in India, gli Avatar crescono come funghi. D'altra parte, dichiarare che c'è stato e può esserci solo un Avatar, il Figlio di Dio, è altrettanto ridicolo.

Ogni volta che arriva, un Avatar, gioca un ruolo diverso nella marcia dell'evoluzione secondo le necessità dell'epoca. In sostanza, un Avatar non è diverso da un altro. Un vero Avatar, Sri Ramakrishna, ha rivelato la Verità: "Colui che era Rama, colui che era Krishna è ora nella forma di Ramakrishna".

Ci sono due eterni opposti: il bene e il male. Secondo Sri Krishna, quando la malvagità raggiunge l'altezza massima, Dio deve indossare il mantello umano nella forma di un Avatar. L'avvento di Sri Krishna ha dovuto affrontare la forza malvagia più oscura, Kamsa. Allo stesso modo Erode, l’impareggiabile tiranno, aveva bisogno dell'avvento di Gesù Cristo. Natale, la nascita di Cristo, ha richiesto l'estinzione della vita dell'ignoranza. Janmashtami, la nascita di Krishna, è celebrata in tutta l’estensione dell'India, al fine di lasciare il mare dell'ignoranza e di entrare nell'Oceano della Conoscenza.

Il modo più semplice ed efficace per concepire l'idea di un Dio personale è entrare in contatto con un Avatar e rimanere sotto la sua guida. Avere un Avatar come unico guru significa trovare un approdo sicuro per la propria imbarcazione. A questo proposito, possiamo citare l'audace affermazione di Vivekananda: "Nessun uomo può vedere Dio se non attraverso queste manifestazioni umane. Parla come puoi, prova come puoi, non puoi pensare a Dio che come uomo."

Secondo molti, come il Buddha è l'uomo più perfetto, anche Krishna è il più grande Avatar che il mondo abbia mai visto.

Ci sono anche Anshavatar (Avatar parziali), ma Sri Krishna è un Purnavatar (Avatar Completo) in cui e attraverso il quale il Supremo si manifesta pienamente, senza riserve ed integralmente. Quando l'aspirazione umana sale, la Divina Compassione scende nella forma di un Avatar.

"Come gli uomini si avvicinano a me, così Io li accetto." Non ci può essere conforto più grande di questo al cuore sanguinante dell'umanità. Se accettiamo Krishna con fede, egli illumina la nostra mente dubbiosa. Se accettiamo Krishna con amore, egli purifica il nostro tormento vitale. Se accettiamo Krishna con devozione, egli trasforma la notte-ignoranza della nostra vita nel Sole-Conoscenza della Sua Vita eterna.

Sri Krishna ora vuole che la nostra mente si fissi sulla casta. Dice che è stato lui a creare il quadruplice ordine del sistema di caste secondo le attitudini e le azioni di ogni casta. Ci sono persone che danno tutta l'importanza alla nascita e all'eredità e ignorano deliberatamente coloro che sono abbondantemente benedetti con capacità e risultati. Il risultato è che la società deve sopportare gli spietati colpi della pura confusione. Vero, la nascita e l'ereditarietà hanno importanza, specialmente nel cuore della società, ma questa cosiddetta importanza non può offrirci nemmeno un briciolo di luce e verità. È in virtù dell'azione, serena e nobile, che cresciamo nell'Altissimo e manifestiamo il più Profondo qui sulla terra.