Coscienza1

La coscienza è la connessione tra aspirazione umana e compassione divina. La coscienza è allo stesso tempo l'uomo la preparazione e Dio la Perfezione che continuamente trascende. L'uomo è l'eterna preparazione. Dio è l'eterna Perfezione.

Cerchiamo di essere coscienti. Essere coscienti non è diventare grandi nel mondo del desiderio. Essere coscienti è essere buoni nel mondo dell’aspirazione. Un individuo consapevole è colui che ispira il mondo. Un individuo divinamente cosciente è colui che aspira per il mondo, al successo del mondo e al progresso del mondo. Un individuo eternamente cosciente è colui che ama, serve, salva e libera il mondo. Una coscienza che ama non conosce dimenticanza, procrastinazione, distruzione. Una coscienza che aspira è un perfetto estraneo a ritardo, illusione, delusione e ingratitudine.

Nel mondo spirituale, essere coscienti significa che stai cercando, cercando e desiderando qualcosa. Stai anelando consapevolmente di accettare il Comando del Pilota Interiore e diventare il Suo strumento scelto per compiacerLo e appagarLo a Modo Suo. Non stai fuggendo dal mondo, ma stai accettando il mondo con tutta la sua brulicante ignoranza allo scopo infine di trasformarlo.

Quando sei cosciente, il dubbio che acceca si arrende al cuore che aspira in te. Significa anche che la paura si arrende a te, la paura che ti ha impedito di rinunciare al tuo piccolo "io". Quando sei cosciente, ti rendi conto che hai bisogno della totale unità sia nel mondo interiore che in quello esteriore. Senti che la soddisfazione non proviene dalla supremazia e autocrazia dell'ego ma dalla tua unità amorevole e di servizio con l'uomo.

La coscienza è il seme delle molteplici attività della nostra vita. Siamo tutti semi del silenzio e frutti del suono. Il seme del silenzio era Dio, è Dio e sarà Dio nella Sua Vita-Visione. Il frutto del suono era, è e rimarrà Dio nella sua Vita-Realtà.

La coscienza energizza l'eterno viaggiatore in noi e accelera il nostro viaggio divino. La coscienza umana è la barca. La coscienza divina è il passeggero. La Coscienza Suprema è il Barcaiolo, la Coscienza dell'Aldilà che sempre trascende.


  1. SCS 7. St Xavier School, New York, 23 luglio 1976.