Raccontare segreti al Maestro

È il peggior crimine possibile mantenere segreti col Maestro. Se qualcuno mi nasconde un segreto, sta scavando la sua stessa tomba. Non sono felice di sapere i tuoi segreti. Conoscere i tuoi segreti significa solo conoscere i tuoi punti deboli. Se fossi felice di conoscere le tue debolezze, sarei il peggior sciocco possibile, ma se me lo dici esteriormente, ho l'opportunità di lavorare su di te prima che la situazione diventi troppo potente, prima che la debolezza diventi una malattia incurabile. Quando mi dici un segreto, significa che stai alleggerendo la tua vita.

Soprattutto se hai problemi vitali o emotivi, dovresti dirlo al Maestro. Se lo fai, ti togli dalle spalle un grande e pesante carico, un peso morto e ora puoi inspirare correttamente. Dovresti avere una fede implicita nel Maestro. Se ritieni che il Maestro ti esporrà, lo racconterà a venti persone, la cosa migliore è tenerlo segreto e soffrire fino alla fine, ma devi sapere che un segreto è una debolezza. Mantieni un segreto e coltivi solo una debolezza della vita. Se provi a nascondere i tuoi problemi personali ed emotivi, devi sapere che queste cose sono assolutamente punti deboli, nient'altro.

Anche se il Maestro racconta agli altri le tue debolezze, non lo sta facendo per un piacere malizioso. Lo sta facendo perché sente che possono imparare dai tuoi errori. Qualunque debolezza tu abbia, l’hanno anche loro. Sei entrato nella vita spirituale per trasformare le tue debolezze in forza e perfezionare la tua vita, quindi per favore non amare queste cose. Gettale nel Maestro. Poi, quello che fa con esse sono affari suoi. Devi avere quel tipo di fede nel Maestro.