Domanda: Da quando sono entrato nella vita spirituale, sento di non voler passare del tempo con i miei vecchi amici, ma mi sento triste perché non li vedo così spesso.

Sri Chinmoy: Se hai amici non-divini, in questo momento non frequentarli. Secondo il tuo standard non sono divini, ma secondo gli standard di altri non sono non-divini. Sei entrato nella vita spirituale, quindi sai che queste persone non sono divine. Una volta anche tu eri, diciamo, non-divino. Ecco perché erano tuoi amici, ecco perché li frequentavi. Ora sei diventato spirituale, ma loro sono ancora in quell'altro mondo.

Quelle persone hanno molti amici del loro standard, quindi non dispiacerti, non pensare che solo perché li stai abbandonando, loro si sentano soli. No, sono perfettamente felici. Forse sono anche loro tristi perché pensano che tu sia totalmente perso. Sentono che alcune idee folli sono entrate nella tua mente e ti hanno perso. In questo mondo è così. Ti sentirai inutilmente dispiaciuto per loro. Si sentiranno inutilmente dispiaciuti per te, ma il mondo è molto vasto. Hanno i loro amici. Tu non sei indispensabile nella loro vita e loro non sono indispensabili nella tua vita. Solo Dio è indispensabile. Quindi, quando sappiamo dove siamo e dove si trovano gli altri, non ci sentiamo affatto dispiaciuti. A volte hai, diciamo, un falso attaccamento. L'attaccamento è molto negativo, ma a volte è falso. Dici: "E io? Ho così tanto da offrire loro." Tuttavia non hai niente da offrire a loro. Tu devi solo offrire tutto ciò che hai a Dio. Durante la tua preghiera e meditazione, se puoi dare la tua aspirazione, amore e devozione a Dio, tutto sarà compiuto per te. Ogni momento, ogni giorno, saranno in molti a dare loro gioia. Non pensare di essere l'unica persona che può essere loro utile. Con la tua modestia e umiltà vedrai che farai il progresso più rapido e anche loro faranno il progresso più rapido se ognuno di voi segue il proprio percorso.