Domanda: Qui nel nostro gruppo di meditazione abbiamo un indú, vari cristiani, alcuni praticanti zen, ed altri. Ciò che facciamo è sedere in silenzio. Penso che questo ci dia energia al mattino. Sediamo al mattino presto del lunedì e mercoledì prima di andare al lavoro, ma non siamo riusciti a farci conoscere, non so cos'altro fare, è difficile farsi conoscere, ognuno ha cosí tanto da fare, ma sarebbe cosí bello se piú persone potessero unirsi.

Sri Chinmoy: Sono molto lieto che nel vostro gruppo siano presenti tutte le religioni: esse sono tutt'uno, ma sono differenti rami dell'albero della vita. Ce ne sono cosí tanti! E noi sviluppiamo le nostre buone qualità unendoci agli altri.

Circa vent'anni fa, a Porto Rico entrai in una chiesa. Le suore mi videro, sapevano che ero un indú, e inoltre non ero vestito in modo appropriato, secondo quello che loro si aspettavano, divennero furiose! La Madre Superiora mi sgridò moltissimo, perché non ero un cristiano! Ma poi mi perdonò, perché stavo guardando il Salvatore con le mani giunte.

Un'altra volta, circa vent'anni dopo, cosa successe? In Svizzera una Madre Superiora mi invitò a meditare insieme a molte suore. Meditai di fronte a loro e poi tutte loro mi fecero molte domande sul cristianesimo e sul Cristo, loro seguivano la Via di Cristo, ma stavano chiedendo a me! E devo dire, non è che mi facessero domande per esaminarmi, per vedere se avessi studiato la Bibbia o se avessi avuto esperienze personali con il Salvatore: mi facevano domande con la massima sincerità e mi mostrarono tali amore e rispetto! In un luogo una Madre Superiora mi "benedisse", ed in un altro le suore avevano la fame interiore e sentirono che io conoscevo qualcosa, rimasi con loro per circa due ore.

Mahatma Gandhi è conosciuto come il padre della nazione indiana, allo stesso modo in Irlanda c'è stato De Valera. Quando l'ho incontrato era anziano e io avevo circa quarant'anni. Mi si avvicinò con le mani giunte non appena mi vide! Con le mani giunte mi fece domande su Cristo il Salvatore e sulla Bibbia, una dopo l'altra. Una raffica di domande, non con l'intento di giudicarmi, no! Aveva una fame massimamente sincera, e voleva sapere se io potessi essergli d'aiuto! All'epoca aveva ottant'anni. Alcuni vedono qualcosa in me ed altri non vedono nulla. Se vedono qualcosa in me, sicuramente e con tutto il cuore io sarò loro di servizio, e se non vedono nulla in me, se hanno fame interiore, devono trovare qualcun altro, dovrebbero appagare la loro fame. Se ho fame e un ristorante non mi soddisfa, posso andare in un altro ristorante, andrò in diversi posti, se necessario, per appagare la mia fame.

Tornando alla tua domanda, devi vedere se senti di poter condurre i cercatori e guidarli. Dev'esserci sempre un leader. Se non c'è un leader nulla può crescere. Il leader deve dare luce, delizia, energia, pace e il messaggio dei mondi superiori e dei mondi interiori ai cercatori, altrimenti, perdonami se dico questo, se il leader è semplicemente uno del gruppo, la cosa non funzionerà. Qui siamo tutti democratici, siamo tutti uguali, è vero, ma la coscienza di un leader dev'essere piú alta e piú profonda, cosí che possa essere di servizio a quelli che vengono nel gruppo. In una classe c'è un insegnante: se tutti sono studenti ed ognuno inizia ad insegnare al resto del gruppo, ci sarà il caos totale. Qualcuno deve saperne di piú, deve avere piú saggezza interiore o luce interiore per essere di servizio ai cercatori.

Non ti sto criticando, ma se hai un gruppo dovrebbe esserci qualcuno con la capacità di guidarlo ed ispirarlo. Altrimenti, quando vedono che non c'è un vero leader, potrebbe non crescere. Devono aver fiducia in te, o in qualcun altro. Per poter avere il ruolo di leader, qualcuno dev'essere piú sviluppato spiritualmente, altrimenti le persone assetate e affamate che verranno, chiederanno qualcosa e tu gli dirai: "Leggi la Bibbia, è tutto scritto lí," e loro: "La sto già leggendo senza trovare una risposta adeguata, è per questo che sono qui." Cosa farai quindi? Come potrai soddisfarli, o come potranno loro soddisfare te?

Questa non è una critica personale, ti prego di non fraintendermi, è solo che il leader dev'essere piú avanzato, altrimenti ci sarà il caos. Nessuno ascolterà, vi contraddirete l'un l'altro e gli altri diranno: "Che ne sai tu?", ma se qualcuno è un' "autorità", se qualcuno conosce un po' la spiritualità, dirà: "Segui il mio cammino, oppure seguine un altro, ci sono altri sentieri che puoi seguire, ma devi sceglierne uno." Tutte le strade portano a Roma, ma devi seguirne una sola, non puoi cambiare il tuo sentiero ogni giorno perché non arriveresti da nessuna parte, per te non ci sarebbe piú una meta. Se oggi segui un Maestro, domani quel Maestro e dopodomani un altro ancora, per te non ci sarà alcuna meta.